vente-privee  celebra i 105 anni della T-shirt, il capo più indossato al mondo

Le origini della t-shirt si fanno risalire alla fine dell’800, quando fu creata come capo d’abbigliamento intimo per gli uomini, seppure fosse già in uso persino presso gli Etruschi, vestendo nobiltà e popolo, ma sempre e solo come underwear.

Tuttavia, è dal 1913 che inizia il vero boom della t-shirt. È proprio in quel particolare periodo storico, infatti, che la maglietta a maniche corte in cotone usata dalle truppe europee viene scoperta dall’esercito americano e diventa uno standard nell’abbigliamento dei Marines: comoda da indossare, pratica da lavare e utile sotto l’uniforme. Sul suo nome ci sono diverse teorie, prima tra tutte quella che si riferisce alla forma a T della maglietta stessa, o ancora al fatto che fosse usata dai militari per gli allenamenti “Training Shirt”, da cui appunto l’abbreviazione T-shirt.
Soprattutto grazie a star del cinema come James Dean, Marlon Brando e Richard Gere che la indossarono in numerosi film cult, divenne uno status symbole presto conquistò anche il pubblico femminile. Da allora di strada ne ha fatta parecchia, un vero e proprio viaggio tra le generazioni e oggi scelta da numerose celeb, da attrici del calibro di Anne Hathaway fino a cantanti come Beyoncé e Rihanna solo per citarne alcune, che hanno dato il via a look easy chic pratici e per tutti i giorni.
vente-privee, pioniere e leader delle vendite-evento online, ha così deciso di rendere omaggio al compleanno di questo capo icona dello street style svolgendo una ricerca tra i suoi clienti italiani, per svelare curiosità, tendenze e abbinamenti assolutamente da provare.

QUALI I MODELLI PIU’ AMATI?
La t-shirt, tanto semplice quanto rivoluzionaria, ha cambiato le sorti della storia della moda con la sua vocazione unisex e informale. A confermarlo anche il 78% degli intervistati da vente-privee che lo definisce il capo basic per eccellenza: versatile e per questo immancabile nel guardaroba di ambo i sessi, viene spesso acquistato con più leggerezza rispetto ad altri capi (68%).
Il 57% dei soci intervistati possiede almeno una decina di magliette nel proprio guardaroba e tra queste, almeno tre sono rigorosamente total white. La t-shirt bianca rappresenta, infatti, un’intramontabile scelta di stile, come conferma anche l’82%dei clienti vente-privee. Ma attenzione: un look basic come l’abbinamento jeans e maglietta bianca, richiede personalità, poiché lo stile minimal richiede sempre quel qualcosa in più per non risultare banale.
Così, è sempre più attuale la ricerca della personalizzazione, per distinguersi attraverso un capo unico e irripetibile. Il 22%degli intervistati dichiara di aver già ceduto all’attualissimo trend del ricamo personalizzato: sottili disegni o scritte che nella loro semplicità donano un look très chic anche a una semplice T-shirt tinta unita. Altri invece scelgono tinte per tessuti e applicazioni per rinnovare capi finiti sul fondo del cassetto (9%).
Ma quali sono i modelli più indossati? Quelli con parole, frasi, immagini…messaggi da gridare al mondo tramite una t-shirt,modello che infatti si attesta al primo posto con il 51% delle preferenze, seguito da loghi e scritte vintage che conquistano tutte e non solo le più nostalgiche (39%). Anche i brand del lusso quest’anno puntano sulla t-shirt con marchio a vista, passando dalle versioni più minimali alle rievocazioni di loghi storici volti a rimarcare il proprio heritage. La logo-mania ha letteralmente invaso passerelle e collezioni dando vita a tante versioni differenti e altrettanti universi di stile tra cui scegliere.
Infine ricami, pizzi o decorazioni glitter per un look adatto a ogni occasione (20%), molto apprezzati anche i modelli in tinta unita, ma con dettagli particolari come scollature posteriori, fiocchi, ruches e volant(35%).

GLI ABBINAMENTI PIU’ COOL
Il look scelto dalle star di oggi e di ieri sdogana ufficialmente la t-shirt dal mood casual, rendendola protagonista di outfit super stylish da indossare in qualunque momento della giornata. Jackie Kennedy, ad esempio, abbinava le sue t-shirt bianche a jeans scuri e sandali capresi nei soggiorni nella costiera amalfitana, mentre oggi le it-girl più famose non ne possono fare a meno scegliendo di indossarle anche agli eventi più mondani. Basti pensare a Gigi Hadid che spesso le indossa per sdrammatizzare il proprio look e renderlo meno serioso o Chiara Ferragni che le abbina a mini di pelle o gonne plissé con un risultato sempre super glamour.
Il segreto di un look ben riuscito? Innanzitutto, la t-shirt deve essere slimma non troppo aderente, evitando che segni eventuali difetti, e può essere scelta girocollo o scollata a V, in particolare se la si vuole utilizzare la sera. Il mix&matchpreferito tra gli intervistati è con jeans e decolleté (68%), binomio infallibile dal risultato chic e poco pretenzioso, abbinata alla classica giacca nera giocando con contrasti di colore e di stile (22%) oppure con una maxigonna perfetta dalla mattina alla sera, o una mini se si ricerca un effetto più rock (15%).
Molto apprezzato in vista dell’estate è anche l’abbinamento di magliette con righe all over con pantaloni cropped, ma anche con jeans e shorts, e per un effetto marinière a regola d’arte, inoltre, il 55% delle intervistate sceglie di abbinare accessori rossi, bianchi e blu o ancorala borsa in paglia (47%), di grande tendenza in questa stagione 2018.
Comunque si abbini, la t-shirt rappresenta per tutti il capo più rassicurante, sexy e democratico da sfoggiare in molteplici occasioni.

GLI UOMINI?
Il casual daywear riveste un ruolo fondamentale anche nell’abbigliamento maschile e le proposte sul mercato non mancano. Tra i capi più amati c’è ovviamente la t-shirt che per il 90% dei soci del sito rimane un pezzo cult.
Anche per l’universo maschile, le t-shirt più indossate del momento sono quelle con loghi e slogan ben visibili (44%), seguite dai modelli con illustrazioni e fantasie, anche dal gusto tropicale in linea con la stagione (29%), e la semplice tinta unita (25%). Il 60% afferma, inoltre, di amare il modello a polo tanto in voga negli anni Sessanta, dallo stile sempre curato che non conosce tempo e stagione, un capo che d’estate sostituisce la camicia.
Il più delle volte si sceglie di indossare la T-shirt con jeans e un paio di sneakers (53%), ma piace anche sotto ad una camicia da lasciare aperta (29%)oppure con bermuda ed espadrillas o mocassini per un outfit da indossare durante le calde serate estive (18%).


T-SHIRT PER TUTTI, ANCHE IN VERSIONE KIDS
Dare ai bambini la possibilità di sperimentare e giocare liberamente attraverso i capi che indossano è per tutti i genitori un aspetto fondamentale. Per questo le t-shirt sono anche per i più piccoli tra i capi più acquistati.
Se l’outfit coordinato con mamma e papà è ritenuto super fashion, a sceglierlo sono però in pochi (9%). Mentre rouchese paillettes sono la scelta prediletta per le bambine (58%), le fantasie geometriche e i colori a contrasto sono i preferiti per i maschietti (54%). Ma anche le stampe dal sapore vintage, divertenti o ispirate ai cartoonsdel momento conservano il loro fascino (31%), soprattutto se in materiali ricercati e di qualità e per alcuni possibilmente ecofriendly (7%).

OLTRE IL CAPO D’ABBIGLIAMENTO, LA T-SHIRT COME MANIFESTO
Se la t-shirt si è trasformata nel corso del tempo in un capo fashion, interpretato e reinventato di anno in anno, è altrettanto vero che spesso questo capo d’abbigliamento più di ogni altro si è trasformato in un manifesto, veicolo d’ideali e messaggi, nonché custode di ricordi ed emozioni, dai viaggi ai concerti del cuore, alle avventure da non dimenticare. La t-shirt diventa così una questione di appartenenza che non conosce limiti e può trasmettere messaggi differenti in modo assolutamente naturale, indossandola semplicemente. Al riguardo il 37% ammette di conservare ancora la t-shirt della band preferita ai tempi dell’adolescenza e il 23% quella della serie TV di cui non si è persa neppure una puntata. Il 19%, invece, non butterebbe mai via la maglietta della propria squadra di calcio, proprio per il bisogno di rimarcare la propria appartenenza ad un gruppo e la propria fede calcistica.
Per tutti coloro che sono alla ricerca di una nuova t-shirt con cui arricchire il proprio guardaroba o per chi alla ricerca di un regalo senz’ altro gradito, vente-privee rende accessibili i migliori marchi, offrendo un’e-shopping experience di estrema qualità e convenienza, per celebrare un capo che … più passano gli anni  e più appare attuale!

vente-privee Group
Pioniere delle vendite-evento online e leader mondiale del settore, vente-privee.com è dal 2001 specialista nel destoccaggio di grandi marche con 72 milioni di soci nel mondo. Le vendite hanno una durata limitata che varia da 3 a 5 giorni e sono organizzate in stretta collaborazione con più di 7.000 grandi marche internazionali in tutti i settori merceologici: abbigliamento, accessori, oggettistica per la casa, articoli sportivi, high-tech, vino e gastronomia… La collaborazione privilegiata con le marche permette di proporre prezzi estremamente vantaggiosi. Nel 2015 vente-privee.com ha acquisito una quota di maggioranza della belga  vente-exclusive.com, seguita, nel 2016, dall’acquisizione della spagnola Privalia, della svizzera  e-boutic.ch, della danese Designers & Friends e della polacca Złotewyprzedaże.pl. Grazie a queste acquisizioni, il Gruppo è presente in 14 Paesi (Francia, Italia, Spagna, Germania, UK, Austria, Benelux, Svizzera, Danimarca, Polonia, Brasile e Messico). Con 6.000 dipendenti nel mondo, vente-privee.com ha realizzato nel 2017 un volume d’affari pari a 3,3 miliardi di euro.
 vente-privee è  su:  vente-privee.com Italia

By | 2018-10-06T15:36:21+00:00 luglio 2018|Abbigliamento, MODA|