L’Artisan Parfumeur lancia due nuove fragranze ispirate a celebri quadri di Monet

 

Nato più di quaranta anni fa dalla creatività del profumiere francese Jean Laporte, L’Artisan Parfumeur si ispira alla ricchezza della natura e a luoghi da sogno, interpretandoli in modo originale, per dar vita a fragranze uniche.

Dopo il lancio della collezione Natura Fabularis nel 2016, L’Artisan Parfumeur, grazie alle doti olfattive e visionarie del naso-profumiere Fabrice Pellegrin, ha ideato la sua prima collezione di Colonie, ispirata ai capolavori dei pittori impressionisti.

Evocando due tele iconiche, quali Au Bord de L’Eau di Claude Monet e Le Déjeuner sur L’Herbe di Edouard Manet, Fabrice Pellegrin ha catturato la visione della luce e del colore dei pittori impressionisti, trasferendola nelle nuove fragranze. Profumi che evocano, come i quadri del famoso pittore francese, lo sciabordio dell’acqua, il soffio del vento, lo stormire delle foglie di un albero.

L'Artisan Parfumeur lancia due nuove fragranze ispirate  a celebri quadri di MonetAu Bord de L’eau, ispirato all’omonimo quadro dipinto da Claude Monet a Bennecourt, è la fragranza che usa le materie prime dell’alta profumeria come se fossero colori: le note agrumate e penetranti della scorza di limone si mescolano a quelle delicate dei petali dell’arancio amaro, simili a pennellate su tela, e le note verdi e aromatiche di rosmarino si uniscono a quelle della violetta e del muschio come tocchi di colore vibranti che evocano lo scorrere dell’acqua. Un fremito sulla pelle…

Le Déjeuner sur l’Herbe di Edouard Manet provoca un vero e proprio L'Artisan Parfumeur lancia due nuove fragranze ispirate  a celebri quadri di Monetscandalo quando fu esposto a Parigi nel 1863. La scena, che rappresenta due uomini completamente vestiti insieme ad una donna nuda durante un pic-nic in un bosco, è considerata oscena dai suoi contemporanei. Evocando la modernità e la libertà che si riscontrano nel quadro, Fabrice Pellegrin elabora questa Colonia. Le note di neroli sono arricchite da muschi bianchi, note ambrate e un iperdosaggio di ossigeno, un mix di grande ariosità. Come trovarsi su un prato a fare un malizioso pic-nic, immersi nella luce naturale di un giardino…

Creazioni olfattive che evocano stati d’animo e scenari inconsueti!

Anna Rubinetto

 

 

By | 2018-06-14T06:55:47+00:00 marzo 2017|BEAUTY, Profumi|